Le Buone Notizie

Qui pubblicheremo un po’ di notizie che raccontano ciò che stiamo costruendo. 

Rose, pugni chiusi, bandiere al vento, soli che sorgono, cortei, donne al potere: alla ricerca di un “nuovo” immaginario di sinistra

Rose, pugni chiusi, bandiere al vento, soli che sorgono, cortei, donne al potere: alla ricerca di un “nuovo” immaginario di sinistra

Tra le cose che stiamo pensando per movimentare la campagna a sostegno di Ti Candido, un tema centrale è rinnovare l’iconografia legata alla sinistra

Ne abbiamo dibattuto tra noi del comitato, in linea con molto di ciò che sta accadendo in USA dove i “nuovi socialisti” stanno esplicitamente reinterpretando l’iconografia classica socialista e dei movimenti civili anni 60, a partire dalle copertine di magazine tipo Jacobin o anche l’ultimo Economist.

Il tema è per noi interessante perché di fronte alle nuove modalità di attivismo, crediamo sia necessario rinnovare anche gli approcci comunicativi  e lavorare alla costruzione di nuovi immaginari. 

Le scelte comunicative di organizzazioni come i Justice  Democrats  i Democratic Socialists of America ed il  Sunrise Movement  sono una buona fonte di ispirazione creativa, così come molto indicative ci sembrano le scelte prese delle candidate più progressiste in lizza per le primarie democratiche in termini di grafica, colore e design delle loro campagne, come riporta questo articolo.

Per questo abbiamo pensato di lanciare una sfida a creativi, grafici ed illustratori invitandoli a contribuire a Ti Candido a loro modo, cioè con elaborazioni grafiche da mettere a disposizione del progetto Ti Candido, regalando alla causa uno o più manifesti. Vogliamo esplorare nuove direzioni capaci di mobilitare persone e comunità.

Ovviamente tutto sarà senza scopo di lucro: ogni opera rimarrà di chi la proporrà e verrà considerata al pari di una donazione monetaria (è un un nostro modo semplice per riconoscere il valore del lavoro creativo).  Chiederemo solo di avere una piccola accortezza, attribuendo alle vostre opere la licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

In questo modo i materiali saranno riutilizzabili dal Comitato e dai candidati che sosterremo per contribuire a raccontare le nostre “battaglie”, rendendo accessibile e riutilizzabile – a certe condizioni – l’immaginario che insieme contribuiremo a creare.

Deadline e modalità di interazione: tutti i materiali che riceveremo entro il 12 aprile saranno condivisi con la comunità di Ti Candido (donatori, candidati ed attivisti) che si incontrerà a Bologna il 14 aprile. Continuate però ad inviarci i vostri elaborati alla mail ilcomitato@ticandido.it anche nelle settimane successive. Le ricorrenze significative da valorizzare non mancano, a partire dal 25 aprile e il 1 maggio!

Comunità è chi comunità fa: ci vediamo il 14 aprile a Bologna!

Abbiamo scelto di dare una mano a tutte le candidate e i candidati che ci hanno chiesto sostegno e la prima cosa è incontrarli, conoscerci e iniziare ad agire!

Per questo abbiamo deciso di convocarci tutti a partire da tutte le candidate e i candidati che ci hanno chiesto sostegno il 14 aprile a Bologna dalle 10 alle 17:00

OBIETTIVO?
Dare formazione concreta a chi si impegna politicamente per aumentare la giustizia sociale.
Insieme a tutta la comunità (siete tutti invitati) faremo il punto prima della rincorsa alle elezioni amministrative, previste a fine maggio.

Il nostro incontro sarà utile a costruire relazioni, conoscere i candidati, capirne le reali esigenze e necessità, sottoscrivere il manifesto, stilare un programma operativo comune fissando anche il secondo incontro per il mese di giugno…ma di questo parleremo la prossima volta!

Soldi, soldi, soldi: come li assegneremo e a quali candidati

Per noi il manifesto valoriale è lo spartiacque per ogni scelta e dalle prime candidature arrivate questo aspetto sembra essere stato percepito molto bene.
Alcuni candidati si sono proposti con toni davvero emozionanti ed è subito scattata l’empatia!

Quali scegliere? Ci abbiamo pensato bene e la risposta è…TUTTI!

Perché per Ti Candido non c’è uno che vince e uno che perde: tutti i candidati in linea con i valori di Ti Candido devono avere il nostro aiuto!
Per farlo partiremo da un incontro formativoil 14 aprile a Bologna, ma non basta.

Ci daremo anche alcune regole per la gestione delle risorse: valuteremo le esigenze per ogni contesto, daremo risorse commisurate alla dimensione locale, cercheremo di essere presenti in tutto il territorio, solleciteremo le comunità perché sostengano i loro candidati e ci impegneremo per rappresentare comunità, reti e pezzi di società.

Consapevoli di aver bisogno dell’aiuto di tutta la comunità di progetto, ci faremo aiutare anche dai nostri fiancheggiatori locali. Abbiamo deciso di chiamare così le persone che sentono di volersi spendere in maniera attiva per Ti Candido, aiutandoci nel percorso.
(a proposito se volete saperne di più su come si diventa fiancheggiatori scriveteci qui ilcomitato@ticandido.it

No a candidati solisti, sì a candidature espressione di comunità che si battono per la giustizia sociale

Dobbiamo chiarire e ribadire che sosterremo candidature espressione di comunità attive, di alleanze sociali e coalizioni civiche territoriali, che abbiamo o meno una tessera di partito in tasca.Questa sarà la nostra stella polare.

Quante persone sono attive nelle loro comunità e sono disponibili ad attivarsi politicamente?

E in quanti rinunciano a un impegno politico attivo perché non hanno le risorse e il sostegno per farlo?

È in questo spazio, tra candidati locali e comunità, che abbiamo scelto di agire ma dobbiamo stare attenti, come in molti ci avete suggerito: sono i processi politico culturali a costruire rappresentanza, non viceversa.

Arriva Ti Candido con la prima presentazione al Polo del ‘900 a Torino

Arriva Ti Candido con la prima presentazione al Polo del ‘900 a Torino

Abbiamo deciso di sperimentare un modo nuovo di partecipare alla vita politica, e partiamo da un posto particolare, il Polo del ‘900 di Torino, un luogo che parla di storia guardando al futuro.
Un centro culturale aperto alla cittadinanza e rivolto soprattutto alle giovani generazioni e ai nuovi cittadini.

Ispirandoci ai PAC americani (Political Action Committee – comitati di azione politica), da alcuni mesi ci siamo attivati per costruire questa piattaforma, un modo concreto per sostenere candidati – di liste civiche o di sinistra – che si impegnino a sostenere un’agenda di giustizia sociale.

Finalmente siamo on line.

Abbiamo un piano e siamo convinti di una cosa: la politica non deve essere un privilegio per pochi e vogliamo dare mezzi per eleggere chi vuole fare la differenza nei luoghi dove si prendono le decisioni.

Per fare questo partiamo con un primo obiettivo molto semplice: cerchiamo donatori e persone che vogliano contribuire alla crescita del progetto e soprattutto buoni candidati su cui investire, prestando particolare attenzione alle loro biografie. Dovranno essere persone credibili e radicate, capaci di incarnare gli interessi che dicono di voler rappresentare.

Lo faremo sulla base di un manifesto valoriale ben preciso: più uguaglianza, più reddito e lavoro, un sistema di tassazione giusto che combatta l’evasione, più redistribuzione, più servizi (istruzione, casa, cura, trasporto e infanzia), più accoglienza, meno discriminazione fra uomo e donna, più democrazia e diritti nei luoghi di lavoro, lotta alla criminalità organizzata, più investimenti pubblici per creare sviluppo e innovazione, transizione ecologica dell’economia e degli eco-sistemi urbani.

Ci conosceremo per la prima volta a Torino il 28 febbraio alle 18.30 al Polo del ‘900 – Sala Novecento, via del Carmine 14. Qui trovi l’evento su facebook.

Cosa ne dici? Vuoi dare una mano?