Cosa facciamo

Ti Candido nasce con uno scopo ben preciso: sostenere profili credibili, candidature radicate, idee dirompenti.  Profili nuovi che facendo politica sappiano rispondere a bisogni concreti, con competenza, ma senza perdere un orizzonte ideale. Non candidati solisti, sì a candidature espressione di comunità che si battono per la giustizia sociale, espressione di alleanze sociali e coalizioni civiche territoriali, che abbiamo o meno una tessera di partito in tasca. 

È in questo spazio, tra candidati locali e comunità, che abbiamo scelto di agire per rompere le rigidità di un sistema politico che tende a riproporre ‘i soliti noti’.

Come? Cercando candidati dal basso, riducendo le barriere all’ingresso di quello che costituisce il primo passo verso un impegno civico e politico: il consiglio comunale. Saranno le città ad essere al centro di nuove forme di fare politica.

A partire dal 14 aprile a Bologna, dalle 10 alle 17:00 (a breve maggiori informazioni) dove convocheremo tutte la comunità, a partire dalle candidate e candidati che ci hanno chiesto una mano.

Per le risorse, valuteremo le esigenze per ogni contesto,  ma, senza distinzione con alcuni che vincono o perdono, abbiamo deciso che tutti i candidati in linea con i valori di Ti Candido avranno il nostro aiuto. Insieme a tutta la comunità (il 14 aprile siete tutti invitati) faremo il punto prima della rincorsa alle elezioni amministrative, previste a fine maggio.

Risorse economiche

Vogliamo intervenire innanzitutto con un supporto economico, per evitare che la politica sia un privilegio di chi può permetterselo e consentire a più persone di mettersi in gioco. Questo avviene sempre di più senza un finanziamento pubblico alle competizioni elettorali.

E’ una questione di democrazia.

Anche per questo, cercheremo risorse in modo trasparente, privilegiando piccole donazioni, attraverso canali sicuri e tracciabili (piattaforma di crowdfunding, bonifico bancario e carta di credito). È questa la prima e più importante sfida su cui invitiamo ad attivarsi. Solo costituendo una massa critica riusciremo ad investire insieme in un modo nuovo di fare politica, riappropriandoci di spazi di democrazia e potere.

Ovviamente, sappiamo bene che ciò che separa un buon candidato da una vittoria non sono solo le risorse economiche. Affiancando le prime campagne elettorali a livello locale, in occasione delle amministrative 2019, ci poniamo l’obiettivo di identificare quali altre forme di supporto possono essere più utili. Interverremo a sostegno del candidato che ha bisogno di strumenti, formazione, “allenamento”… più mezzi economici riusciremo a raccogliere, più robusto potrebbe il nostro supporto (identificando, nel corso del tempo, una serie di voci di spesa ammissibili).

Queste le aree su cui ci impegniamo sin da ora.

Posizionamento politico

Chiediamo ai candidati di sottoscrivere e impegnarsi pubblicamente su un un manifesto valoriale chiaro e una piattaforma di proposte politiche da cui partire.

Siamo disponibili a supportare i candidati nella costruzione di una loro personale strategia di posizionamento a livello locale, aiutandoli ad evidenziare segmenti di elettorato su cui lavorare, proposte programmatiche da declinare e soggetti con cui costruire alleanze.

Supporto

Mettiamo a disposizione le nostre conoscenze e quelle di una rete di attivisti ed esperti, per facilitare i nostri candidati nella definizione della loro campagna.

Lo faremo costruendo uno spazio per la condivisione di buone pratiche e creando un database di realtà interessanti, anche internazionali, da coinvolgere in iniziative pubbliche e momenti di riflessione.

Pensiamo anche a momenti di formazione collettiva ed individuale che promuoveremo in diversi format (immaginiamo iniziative puntuali nel corso di questa prima tornata elettorale, sulla base delle esigenze dei candidati selezionati, ed almeno un appuntamento annuale a regime).

Mobilitazione e comunicazione

Sono le attività chiave alla base di una buona campagna elettorale. I canali di comunicazione del Comitato saranno attivi costantemente per generare attenzione sui singoli candidati attraverso la costruzione di un racconto corale collettivo. Oltre a suggerire strumenti di base per la gestione di attivisti e volontari, metteremo a disposizione template condivisi che potranno essere utili per la realizzazione dei materiali di comunicazione (dal santino, a volantino, passando per il primo manifesto), per rendere più incisiva la presenza di nostri candidati sul territorio.

DISCLAIMER: Fare tutte queste attività richiede uno sforzo di risorse, energie e competenze molto significativo. Abbiamo entusiasmo da vendere. In base alle risorse che riusciremo, tutti insieme, ad aggregare, potremo progressivamente rafforzare gli strumenti di cui ci doteremo, raggiungendo obiettivi qualitativi e quantitativi sempre più rilevanti e consentendo a sempre più persone di impegnarsi per le proprie comunità, trasformandole. Per questo motivo, rinnoviamo il nostro invito ad investire insieme risorse ed energie per dare più peso alle nostre istanze.